Sei qui
Home > PROFESSIONI > PIU’ GIOVANI E SUD NELLA GUIDA MICHELIN 2016

PIU’ GIOVANI E SUD NELLA GUIDA MICHELIN 2016

Napoli la provincia con il maggior numero di ristoranti stellati in Italia, Lombardia ancora una volta regione leader. E la metà dei nuovi stellati italiani sotto i 35 anni. Ma anche qualche caduta inaspettata nella edizione 2016 della Michelin, l’unica guida gastronomica realmente capace di muovere i fatturati.

Davide Scabin, il geniale chef di Combal Zero a Castello di Rivoli, scende da due a una stella e sono 24 i locali che perdono la stella (tra cui Trussardi alla Scala a Milano, mentre quasi per contrappeso l’acquista il ristorante Armani, a poche vie di distanza). Arrivano però due nuovi due stelle, Casa Perbellini a Verona e Gourmetstube Einhorn a Mules in Alto Adige.
Presso la sede milanese di Mercedes (la guida per Michelin è un gran strumento di promozione ma non si dimentica mai il core business) la presentazione è iniziata con una clip de “Il sapore del successo”, il film con Bradley Cooper sulla ossessione degli chef per la stella. Si vedeva lo chef istruire brigata e camerieri sulle visite, in anonimo, degli ispettori Michelin. “Arrivano a posare una forchetta in terra senza far rumore per vedere se ve ne accorgete”, li avverte.

“Non è vero”, ride Michael Ellis, il responsabile internazionale della Rossa, ma di certo l’anonimato è una regola ferrea degli ispettori che sono a tutti gli effetti dipendenti Michelin e pagano sempre il conto.

Nonostante qualche delusione e perplessità tra gli addetti ai lavori di fronte all’elenco delle nuove stelle consola che l’Italia sia il secondo paese con più locali stellati al mondo (in tutto 334). E uno di quelli – sottolinea Ellis – con maggior attenzione alla materia prima e attenzione alla precisione delle tecniche culinarie”.

In complesso la Rossa (in libreria a 22 euro) segnala 6.300 esercizi: a smentire la fama di guardare solo all’alta cucina la guida indica 1.114 ristoranti i cui un pasto completo costa meno di 25 euro.

fonte: di Fernanda Roggero,  ilsole24ore.it

Emily Casciaro
Giornalista, amo la comunicazione in tutte le sue forme, mi piace sempre apprendere cose nuove con grande curiosità. Preferisco lavorare in squadra, anche se tiro fuori le unghie quando è necessario. Mi occupo di uffici stampa e social media, ma la tv resta il mio primo amore...
http://www.ecomunicazione.eu

Articoli Simili

Lascia un commento

Top